Milano:entro il 2030 solo bus elettrici

busL’obiettivo è ambizioso: entro la fine del 2030 tutta la flotta del trasporto pubblico di Milano sarà elettrica, con 1.200 nuovi bus che sostituiranno quelli a gasolio e che porteranno a un taglio della produzione di anidride carbonica di quasi 75mila tonnellate l’anno, pari a meno 6 milioni di litri di gasolio. Milano sarà, insomma, una delle prime città in Italia e in Europa ad avere mezzi pubblici che viaggiano a energia pulita, creando una “zero emission  zone” anche per la città metropolitana. Ma l’impegno partirà presto: perché già dai prossimi acquisti di autobus si sceglieranno solo mezzi elettrici, e nel frattempo verranno riconvertiti anche i vecchi depositi, per ospitare le nuove stazioni di ricarica. Un piano da 2 miliardi di investimenti, quello di Atm, che conterrà in buona parte su risorse proprie e per il resto sui fondi del  governo dedicati ai programmi di mobilità sostenibile.

L’azienda dei trasporti risponde così alla richiesta che il Comune di Milano – azionista unico – ha fatto dopo il vertice di Parigi sui cambiamenti climatici “Together 4 Climate” promosso dal network mondiale C40 Cities, che prevede l’acquisto solo di autobus a zero emissioni a partire dal 2025. Oggi la flotta di bus Atm è quasi tutta (il 97%) a diesel, e sono treni, tram e filobus a usare l’elettricità, portando la quota di percorrenza effettuata da mezzi elettrici al 70%. Con il nuovo impegno – è la promessa – dal 2020 il diesel sarà al 60%, il 25% (270 bus) sarà ibrido e circa il 15% (200 bus) elettrico, nel 2030 la flotta su gomma sarà al 100% elettrica. Già da febbraio, però, si vedranno su strada i primi 25 bus elettrici appena acquistati: mezzi da 12 metri con una autonomia di 180 ore, a pianale ribassato, con impianto di climatizzazione, videosorveglianza e postazione per il trasporto disabili. Ai bus elettrici e ibridi (in questi giorni entrano in servizio i primi 22 dei 270 previsti) si aggiungeranno 80 nuovi tram e 80 nuovi filobus snodati da 18 metri che sostituiranno i mezzi più anziani: la gara sarà assegnata a breve.

FONTE: Repubblica Milano